Artist Statement

Non saranno parole difficili a spiegare cosa faccio, il perché è rimane da scoprire.

Creo immagini usando il paesaggio in cui vivo e popolandolo con personaggi dal carattere ambiguo ma per me suggestivi ed attraenti.

Il corpo centrale del mio lavoro, sinora è stato il ritratto della fragilità, raramente uomini, i miei soggetti sempre mostrano un evidente delicatezza femminile, a causa dell’influenza della fotografia pubblicitaria e del corpo femminile su di me: ossessione e distrazione. Non celebro la bellezza dei miei soggetti, li vivo e con timidezza, li trasformo.

 La fotografia è uno strumento di osservazione rivolto verso di me, affronto temi personali e psicologici come la fragilità emotiva, paure e solitudini. Sono allevatore di queste immagini che crescono dentro di me e costruisco in modo del tutto artificiale e sono anche cacciatore di esse, per strada o in parte minore nel mondo dei circhi.

___

Un grammo di immagine val più di un chilo di fatti.
(Arthur Bloch)